Dolci del menù

Menù - Ristorante Le Sale del Gusto

Dolci del menù

Gli africani e le poppe di monaca

I primi sono dolcetti al cioccolato simili ai muffins, le seconde invece anche dette “spumini” sono semplici ma golosi dolcetti fatti con l’albume dell’uovo

Berlingozzo della Contessina de Medici

La sua provenienza risale fino al 1400 quando veniva realizzato per il giorno del Giovedi grasso. Torta semplice ma gustosa a base di uova, burro, scorza d’arancia e vinsanto

Biscottini di prato

Anche erroneamente chiamati cantucci dai non pratesi sono tipici e particolari biscotti alle mandorle da accompagnare con Vin Santo o vini liquorosi.

Bomboloni

Non le ormai comuni paste fritte dei bar fiorentini, bensì veri e propri dolci preparati come si faceva un tempo nelle case contadine con l’uso di farina e di patate lesse: una riscoperta prelibatezza

Bruciate briache

Marroni “castrati” e messi sulla brace fino a diventar “bruciate”. Poi immersi in vin santo o grappa e riscaldati in padella. Possibile effetto flambè (se gradito) incendiando il liquore appena diventato bollente

Brutti ma boni

Specialità pratese di biscotti di mandorle sia dolci che amare speziate con cannella

Brigidini di Lamporecchio

Esclusivamente prodotti a Lamporecchio, sono particolari finissime sfoglie di pastella all’anice

Castagnaccio

Un tempo chiamato dai Fiorentini “Migliaccio” rimane ancor oggi un dolce tipico a base di farina dolce di castagne aromatizzato con noci, pinoli uvetta e rosmarino

Cenci

Pasta dolce (uova zucchero e vinsanto) fritta e imbiancata con zucchero a velo, comune anche in altre parti d’Italia

Dolce Firenze

Diceva l’Artusi che il Dolcefirenze poteva scusare la sua semplicità col dire: “accoglietemi come piatto da famiglia e perché posso indolcirvi la bocca con poca spesa”. Ed effettivamente si tratta di un dolce dai semplici ingredienti (uova, latte zucchero uvetta e pane bianco) ma da un intrigante sapore rinascimentale

Ficattola chiantigiana

Pasta simil pane che stesa su una teglia unta d’olio viene ricoperta di fichi freschi e molto maturi, quindi cotto tutta insieme in forno con qualche fiocchetto di burro e di zucchero

Frittelle di San Giuseppe (di riso)

Tipiche del periodo della festa di san Giuseppe, sono frittelle di riso accompagnate o meno da uvetta e zucchero in grani

Frittelle alla fiorentina

Il segreto della ricetta sta nell’uso di vin santo e uvetta: un cult dei dolci fiorentini

Lattaiolo

Dolce ormai scomparso che nelle campagne prima si serviva su una fetta di pane, oggi viene riproposto con l’impiego in parte anche di panna e non solo latte. Da provare

Pandiramerino

Un tempo era un grosso pane più saporito del normale grazie al ramerino, fatto in occasione del Giovedi Santo dove costituiva una sorta di benedizione

Pattona

“la bolle, la bolle” , “l’ho carda la pattona” urlavano i buzzurri, venditori ambulanti lungo le stradine di Firenze, cercando di promuovere questo particolare dolce a base di farina di castagne sale e zucchero

Quaresimali

Semplici ma carinissimi biscottini di chiare d’uova montate e aggiunte a farina di cacao, vaniglia e cannella sono tuttoggi prodotti in stampini con lettere alfabetiche durante il periodo quaresimale

Schiaccia con i fichi secchi

Pasta di pane con zucchero e fichi secchi

Schiacciata alla fiorentina

Squisita schiacciata dolce, bianca e oro, che a Firenze si trova durante il periodo di Carnevale. La ricetta è antichissima, prima si chiamava “stiacciata unta” perché vedeva l’impiego di strutto e ciccioli di maiale: oggi la riproponiamo un po’ più leggera….

Schiacciata con l’uva

Ricetta tipica fiorentina si mangia in particolare durante la vendemmia perché viene fatta con uva da vino

Torta della nonna e del nonno

Emblema dei dolci fiorentini vede un avvincente connubio tra crema pasticcera e pasta frolla: nella versione bianca è detta della nonna, con cioccolato fondente diventa del nonno!

Torta di mele

Classica ricetta che la nostra cuoca impreziosisce utilizzando mele verdi granny smith

Torta di riso

Torta classica insaporita da uvetta, canditi e semolino

Torta pinolata

Torta sottile a base di farina, uova, burro, zucchero e … pinoli!

Mattonella gigliata

Torta alla cioccolata

Zuccotto

Antico semifreddo liquoroso diffuso a Firenze già dal cinquecento pare ad opera del pittore Buontalenti: su pan di Spagna liquore

Mele cotte e cioccolata

Tramandato dalle nonne (le mele cotte in forno) poi ingolosito dai nipoti (zucchero e cioccolato a coprire…) diventa oggi un dessert di classe

Puppe a pera

Coppia di pere cotte ricoperte di cioccolata

Necci

Tipico e particolarissimo dolce delle montagne Pistoiesi fatto con farina di castagne cotto a legna su pietre refrattarie tonde impilate e inframezzate da foglie verdi di castagno, poi guarnito con ricotta fresca di capra

Zuppa inglese

Pan di Spagna, alchermes, cioccolato e crema pasticcera

Coppa di Licurgo

Noto barman fiorentino di Porta a Prato della prima metà del novecento, Licurgo proponeva una coppa cilindrica riempita sul fondo di crema Buontalenti semifredda innaffiata in sommità di cioccolato caldo: ottima!

Coppa buontalenti

Crema tipicamente fiorentina tramandata dal famoso Buontalenti

Dolce divina commedia

Antico piatto da merenda delle campagne era costituito da crostoni di pane cosparsi di vino (inferno), ammorbiditi con burro (purgatorio) e impreziositi con zucchero (paradiso)

Coppa Overture

Coppa di pesche locali tagliate a piccoli pezzi, affogate nel vino rosso e caramellate con zucchero: una sinfonia….

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *